Ethical Fish @ Fà la Cosa Giusta

10 03 2010

Se il prossimo week end avete tempo di sporstarvi su Milano, non perdetevi la settima edizione di Fà la Cosa Giusta, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, dal 12 al 14 marzo presso FieraMilanoCity.

Un occasione per trovare spunti di riflessione, proposte di progetti e buone prassi di azione. Vi segnalo nel programma Critical Fashion, ovvero “uno spazio dedicato alla ‘moda critica’, con progetti e prodotti mirati a
valorizzare l’estetica, lo stile e le tendenze insieme alle loro qualità etiche.
Dall’abbigliamento alle scarpe, dai gioielli al tessile casa: questi sono solo alcuni dei prodotti che saranno in esposizione, scelti per la capacità di valorizzare la manualità, la creatività e l’autoproduzione, l’utilizzo di materiali innovativi, eco
logici e da riciclo, la riscoperta di metodi di lavorazione tradizionale”.

Altra cosa interessante è la Scuola di Alt(r)a Amministrazione, due giornate di lavoro per insegnare ai comuni italiani a diventare più virtuosi, ovvero Come si fa a far tornare i conti di un comune che decide di rinunciare agli oneri di urbanizzazione non cementificando più il suo territorio? Come può un comune diventare energeticamente indipendente? Come si fa a passare da un indice del 30 all’80% di raccolta differenziata? O addirittura provare a raggiungere la soglia di “rifiuti zero”?

Inoltre fra le varie associazioni presenti in mostra ci sarà l’Associazione  Siqillyah che raggruppa diverse realtà siciliane attive nel consumo critico, nella produzione a Km zero e nel circuito dei Gruppi di Acquisto Solidale.

Qui sotto un estratto dell’intervista andata in onda su Radio Città del Capo venerdì scorso al suo presidente, Roberto Licalzi, che ci parla nello specifico dell’attività della Cooperativa del Golfo, membro attivo di Siqillyah, che si occupa della commercializzazione di pesce proveniente da pesca sostenibile verso i GAS di tutta Italia.

Annunci




Riflessioni autosostenibili (ed eterosostenute)

3 02 2010

C’era bisogno di un altro blog? Per parlare di cosa poi? Forse non ce n’era bisogno!

Però sono così tanti mesi che dico di farlo che l’ho fatto. Per vedere se, dopo tanti anni di radio e chiacchiere al vento, ho ancora qualche feeling con la lettera scritta, quella passionaccia della prima Università che mi si è un pò spenta in mano!

Questo spazio proverà con molta umiltà a raccontare qualche storia di sostenibilità ambientale, vite e cibi a kilometro zero, critica al consumo e comunità della terra, agricoltura biologica e sovranità alimentare, ecologia urbana e provocazioni a filiera corta!

Insomma tutte tematiche che beno o male da qualche anno porta avanti anche su Radio Città del Capo/Popolare Network  di Bologna,ascoltabile in streaming qui, ogni venerdì dalle 12 alle 12.30.

Buona ascolto, buona lettura e poche pippe!