Kilometro Zero @ Radio Città del Capo 3.0

6 10 2010

Nello scusarmi per la lunga assenza dal blog (sono stati mesi molto intensi di viaggi, assaggi e allunaggi…), giunto ottobre si riparte!

Con il blog: nella speranza di dare un ulteriore contributo alle riflessioni critiche (che circolano sul web e fra i mercati ortofrutticoli) su alimentazione sostenibile, consumo critico, ecologia urbana e stili di vita ad alto contenuto energetico (ma a ridotto impatto ambientale!!).

E con la radio: poichè da Venerdì 8 ottobre dalle 12 alle 12.30 si torna in onda per la terza stagione di Kilometro Zero su Città del Capo –  Radio Metropolitana, con interviste, riflessioni, appuntamenti, rubrichette nuove e approfondamenti dall’ethical living!!

Insomma, restiamo connessi va là!!





Last Minute Market e altre storie sulla banalità del bene…

7 05 2010

Il Last Minute Market ormai non è più una novità, poichè da diversi anni ormai Andrea Segrè ed i ricercatori di Agraria dell’ Università di Bologna hanno esportato in tutto il mondo il modello del loro progetto, ovvero “un sistema che rende possibile il recupero delle merci invendute, ancora buone per essere utilizzate da enti ed associazioni che aiutano persone in condizioni di disagio sociale…”

Da qualche settimana è uscita una raccolta di storie sul riciclo del cibo curata dal prof Segrè, dal titolo “Last Minute Market, la banalità del bene e altre storie contro lo sprecoedizioni Pendragon.

Qui Andrea Segrè ci racconta come è strutturato il progetto Last Minute Market…





Un altra degustazione è possibile !!

13 04 2010

Superato Vinitaly, che registra timidi entusiasmi su una  possibile ricrescita del mercato del vino, ci possiamo concentrare su Gusto Nudo, piccola ma arcigna rassegna di vignaioli indipendenti che si svolgerà a Bologna il 24 e 25 aprile 2010, in cui si potranno degustare decine di produttori italiani, che operano con metodi tradizionali, biologici e valorizzando vigne antiche ed in via d’estinzione…

In previsione dell’evento, Matteo Gattoni, il suo fondatore, ci spiega il perchè è cosa brutta sputare il vino dopo averlo degustato: segno di mancanza di rispetto della fatica che un contadino fa per produrlo…

PS….Sempre parlando di vini, c’è un sito interessante, Slowine,  l’ultimo nato della famiglia Slow Food, che nel 2011 diventerà anche una guida !!





L’ABC dell’umanità…Acqua Bene Comune!!

22 03 2010

Il rischio è quello di parlarne solo oggi…e poi domani rimettere l’argomento nel cassetto fino al prossimo 22 marzo.

Per carità, meglio di niente! Meglio che per 24 ore tutti restino concentrati su questo tema, come un grande capodanno dei diritti…acqua come bene comune dell’umanità, non scontato, non illimitato, non accessibile a tutti!

In questa giornata di testimonianze, rivendicazioni e letture critiche sul tema, mi riesce difficile aggiungere qualcosa di nuovo. Mi limito a linkare chi su questo tema offre da tempo spunti di lotta e riflessioni…

Altreconomia, che da anni si s/batte per parlare di acqua come risorsa pubblica intoccabile, ha di recente pubblicato una guida, dal titolo: “L’acqua è una merce. Perchè è giusto e possibile arginare la privatizzazione”, scritta da Luca Martinelli, già autore di Imbrocchiamola, vademecum all’uso dell’acqua del rubinetto…al costo di 10 Euro, un libro puntiglioso che ripercorre con rigore la storia della privatizzazione dell’acqua in Italia, dalla Legge Galli del 1994 al Decreto Ronchi del 2009.

Altri momenti di riflessione potranno venire da un seminario itinerante, dal titolo Acqua e Governance Locale, organizzato dal Cospe e che toccherà Genova (il 22 marzo), Bologna (il 23) e Firenze (il 27)….un incontro fra realtà europee e terzomondiste per riflettere sulle poche differenze (l’accesso alla risorsa…) e sulle troppe similitudini (enormi appetiti economici nella privatizzazione di essa…) che dividono ancora nord e sud del pianeta.

In questa intervista, che andrà in onda completa venerdì 27 marzo alle 12 su Radio Città del Capo, abbiamo sentito Fabio Laurenzi, presidente Cospe, e ci siamo fatti raccontare come è strutturato l’impegno di una ONG sulla risorsa idrica…







Intervista con l’Oste (2): Il Mirto e la Rosa a Palermo

16 03 2010

Nel centro di Palermo, c’è un piccolo ristorante che si chiama il Mirto e la Rosa.

La sua particolarità, oltre ad offrire una buona cucina siciliana a prezzi ragionevoli, è quella di offrire ai clienti la certezza che il denaro che si sta pagando per un pasto non finisce nelle mani della Mafia. Infatto il Mirto e la Rosa è uno dei 419 esercizi commerciali che in Sicilia dicono NO AL PIZZO. C’è un’associazione che li riunisce, ADDIO PIZZO, che lotta tenacemente per tenere alta l’attenzione al problema…ricordatevene quando sarà il momento di destinare il 5 per mille!

Dopo una buona cena al suo ristorante, abbiamo fatto due chiacchiere con Aldo Penna, il proprietario/chef, e ci siamo fatti raccontare cosa vuol dire lavorare senza pagare il pizzo!!





Ethical Fish @ Fà la Cosa Giusta

10 03 2010

Se il prossimo week end avete tempo di sporstarvi su Milano, non perdetevi la settima edizione di Fà la Cosa Giusta, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, dal 12 al 14 marzo presso FieraMilanoCity.

Un occasione per trovare spunti di riflessione, proposte di progetti e buone prassi di azione. Vi segnalo nel programma Critical Fashion, ovvero “uno spazio dedicato alla ‘moda critica’, con progetti e prodotti mirati a
valorizzare l’estetica, lo stile e le tendenze insieme alle loro qualità etiche.
Dall’abbigliamento alle scarpe, dai gioielli al tessile casa: questi sono solo alcuni dei prodotti che saranno in esposizione, scelti per la capacità di valorizzare la manualità, la creatività e l’autoproduzione, l’utilizzo di materiali innovativi, eco
logici e da riciclo, la riscoperta di metodi di lavorazione tradizionale”.

Altra cosa interessante è la Scuola di Alt(r)a Amministrazione, due giornate di lavoro per insegnare ai comuni italiani a diventare più virtuosi, ovvero Come si fa a far tornare i conti di un comune che decide di rinunciare agli oneri di urbanizzazione non cementificando più il suo territorio? Come può un comune diventare energeticamente indipendente? Come si fa a passare da un indice del 30 all’80% di raccolta differenziata? O addirittura provare a raggiungere la soglia di “rifiuti zero”?

Inoltre fra le varie associazioni presenti in mostra ci sarà l’Associazione  Siqillyah che raggruppa diverse realtà siciliane attive nel consumo critico, nella produzione a Km zero e nel circuito dei Gruppi di Acquisto Solidale.

Qui sotto un estratto dell’intervista andata in onda su Radio Città del Capo venerdì scorso al suo presidente, Roberto Licalzi, che ci parla nello specifico dell’attività della Cooperativa del Golfo, membro attivo di Siqillyah, che si occupa della commercializzazione di pesce proveniente da pesca sostenibile verso i GAS di tutta Italia.





Dalla parte della Terra: intervista a Carlo Petrini di Slow Food

9 03 2010

Fatte salve le dovute proporzioni, i diversi ambiti di azione e le competenze, Carlo Petrini mi ricorda Steve Jobs, mente creatrice di Apple e Pixar. Entrambi personaggi carismatici, innovatori nel loro campo e precursori di visioni e idee per nulla scontate o acritiche. Due talenti del nostro tempo.

Carlo Petrini dicevamo. 61 anni, piemontese arcigno, critico enogatronomico, sociologo della terra, giornalista e scrittore ha contribuito a creare il marchio Gambero Rosso e circa 20 anni fa (nel dicembre del 1989) ha messo in piedi Slow Food, impegnata per i diritti dei popoli alla sovranità alimentare ed in difesa della biodiversità del pianeta.

Da alcune settimane, “Carlin” è impegnato in una battaglia contro McDonald’s. La multinazionale del junk food ha infatti messo in commercio il panino 100% italiano (a cominciare dal nome…) McItaly, con tanto di sponsor autorevole, l’iperattivo Ministro Luca Zaia. Qui la lettera al panino McItaly che Petrini ha scritto per Repubblica.

Passano pochi giorni, e Petrini comincia a tuonare contro la Patata OGM, esponendo le sue dieci ragioni contro l’introduzione del Geneticamente Modificato sulle nostre tavole, innescando un dibattito appassionato. Interessante e documentata è, ad esempio, la replica che Dario Bressanini, divulgatore scientifico, ha fatto punto per punto a Petrini dalle pagine del suo blog in difesa delle coltivazioni OGM.

Insomma sempre al centro di riflettori e polemiche, il nostro Carlin…

Qualche settimana fa, in occasione del ventennale di Slow Food, Federico Lacche di Libera Radio ha intervistato Carlo Petrini, che ha spiegato di come a suo giudizio le Comunità del Cibo possano essere un baluardo in difesa della biodiversità produttiva del nostro pianeta.

In questo secondo estratto dell’intervista, Petrini racconta invece il ruolo che la sovranità alimentare può giocare per lo sviluppo dei popoli.

Qui un’intervista video che racchiude varie aspetti del Petrini pensiero….








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.